Banner pubblicitari sul proprio sito: [ Come ospitarli ]

Hai da poco aperto un sito web e ti stai domandando: “come ospitare dei banner pubblicitari sul proprio sito?” Sappi che sei nel posto giusto, infatti in questo articolo non ti dirò solamente la procedura de seguire per ospitare dei banner. Piuttosto ti dirò e ti darò anche tutte le tecniche disponibili affinché i banner sul tuo sito oltre che essere ospitati siano anche cliccati.

Quindi iniziamo proprio dalle basi: come funziona il meccanismo della pubblicità?

Come funziona la pubblicità

Il sistema della pubblicità è allo stesso tempo semplice e complesso. Semplice per chi solamente si occupa di ospitarla, complesso per chi deve farla. Infatti in quel caso entreremo in un altro contesto, quello dell’advertising, argomento che non intendo trattare qui.

A grandi linee però ti basta sapere che il sistema della pubblicità è basato su 4 figure:

  1. Chi crea inserzioni pubblicitarie
  2. Chi ospita sul proprio sito o app le inserzioni pubblicitarie
  3. Una piattaforma che permetta di creare le campagne pubblicitarie
  4. Un pubblico di riferimento a chi far vedere le nostre campagne.

Nell’esempio di Google ADS, abbiamo da una parte l’inserzionista che crea gli annunci e dall’altra dei proprietari di siti web che ospitano questi annunci sulle proprie piattaforme web. Questo significa che l’inserzionista spenderà X euro per ogni click, questi soldi spesi andranno in parte a Google e in parte al proprietario del sito web che ospita la pubblicità.

Il sistema è ben diverso per quanto riguarda ad esempio Facebook ADS in quanto in quel caso essendo che la pubblicità viene ospitata su Facebook, quest’ultima detiene tutto l’incasso pubblicitario. Non deve infatti dividere il guadagno con nessun proprietario di sito web, perché non serve.

Come puoi vedere nel caso di Google il sistema della pubblicità è un we win in quanto ci guadagnano tutti. O per lo meno diciamo che ai proprietari di siti web conviene ospitare la pubblicità per monetizzare il proprio sito web con i relativi contenuti.

Ora la domanda sorge spontanea: come si fa ad ospitare dei banner pubblicitari sul proprio sito?

Come ospitare dei banner pubblicitari sul proprio sito

Per ospitare dei banner pubblicitari sul proprio sito devi fare richiesta a Google, nello specifico devi aderire al programma di monetizzazione dei contenuti di Google Adsense. Dovrai seguire alla lettera questi passaggi: iniziamo!

Registrati al programma

Google Adsense 1

Come prima cosa devi registrarti al programma cliccando appunto su inizia.

Dopodiché ti troverai all’interno della home page di Google Adsense.

Google Adsense 2

Quello che devi fare è cliccare su aggiungi sito

Google Adsense 3

A questo punto digita il nome del dominio del tuo sito. Poi ti troverai in questa nuova schermata

Google Adsense 4

Quello che devi fare qui è copiare il codice html che vedi sul tuo sito web. Così facendo avrai collegato il tuo sito web a Google Adsense. A seguito di questo ti verrà chiesto di confermare che il codice è stato copiato sul tuo sito web. Una volta che avrai confermato il tuo sito andrà in revisione e vedrai un messaggio come questo.

Google Adsense 5

Dopodiché dovrai aspettare qualche giorno, una settimana massimo e riceverai una risposta da parte del team di Google: positiva o negativa. Positiva se hanno valutato idoneo il tuo sito ad ospitare la pubblicità e negativa nel caso contrario.

Piattaforme alternative per ospitare dei banner pubblicitari sul proprio sito

Non esiste solamente Google Adsense per monetizzare un sito, al contrario. Esistono in realtà decine se non centinaia di aziende che ti permettono di fare lo stesso lavoro, magari con dei guadagni superiori, addirittura. D’altra parte però non mi sento di elencarteli così a caso. Piuttosto desidero consigliartene uno perché è molto valido. Infatti credo talmente tanto nel suo progetto che ho deciso di acquistarlo persino in borsa. Il suo nome è outbrain. Questa è una fantastica piattaforma che ti permette di ospitare la native advertising. Se non sai cosa sia la native advertising ti porto subito un esempio così che tu possa capire.

In questo caso mi trovo sul sito web ufficiale de il Messaggero e come puoi vedere al termine dell’articolo compaiono altri articoli con il suffisso AD. Questa tecnica, questo modo di fare pubblicità si chiama appunto pubblicità nativa, in inglese native advertising.

Infatti sarebbe cosa buona e giusta, integrarlo al programma di monetizzazione di Google Adsense, così da avere una doppia entrata.

Questi due sono metodi efficaci che ti permettono di ospitare dei banner pubblicitari sul proprio sito.

Quanto si guadagna con i banner pubblicitari?

Diciamo che non esiste una risposta a precisa da questa domanda in quanto dipende da alcuni fattori, tra cui:

  1. Numero di visite al tuo sito web
  2. Guadagno per ogni click

In poche parole più visitatori hai, più aumentano le probabilità che queste persone clicchino sui tuoi banner e più puoi guadagnare. Ecco qui che nel momento in cui hai 100 mila visite al sito, guadagnerai di più rispetto a chi ne ha solamente 1000. Allo stesso tempo però, a parità di traffico, potresti guadagnare di più o di meno in base all’argomento del tuo sito web. Siti che trattano materie finanziarie guadagnano di più rispetto a chi pubblica notizie di gossip.

Indicativamente potremmo dire che si guadagna da 10 ai 30 centesimi per click, su per giù. O per lo meno queste sono le metriche che appartengono al mio sito web. Essendo un sito però multidisciplinare, che cioè tratta argomenti come: digital marketing, finanza e psicologia è assai variegato.

Metodi alternativi per guadagnare con un sito web

Metodi alternativi per guadagnare con un sito web

Allo stesso tempo, nel momento in cui per un qualsiasi motivo non puoi o non vuoi ospitare dei banner pubblicitari, quello che puoi fare per guadagnare è utilizzare l’affiliate marketing. In poche parole promuovi sul tuo sito dei prodotti o dei servizi di altre aziende incassando una commissione per ogni vendita idonea. Il programma d’affiliazione più conosciuto e famoso è quello di Amazon. Quello che devi fare è semplicemente registrarti sul sito web ufficiale ed indicare su quale sito web o applicazione intendi promuovere i prodotti di Amazon. A quel punto ti verrà assegnato un codice alfa numerico univoco, che corrisponderà solamente a te. Ogni volta che verrà realizzata una vendita tramite il tuo link, percepirai una commissione per la vendita effettuata.

Opinioni personali sui banner pubblicitari sul proprio sito

Dal mio punto di vista ospitare dei banner pubblicitari sul proprio sito è un metodo rapido ed efficace di monetizzare il tempo speso a creare i contenuti. Infatti consiglio vivamente di optare per questa soluzione, al fine di guadagnare qualche soldo dal proprio blog. Allo stesso tempo però non devi esagerare con i banner, in quanto troppi banner rendono illeggibili i contenuti, nello specifico gli articoli. Potresti indurre a cliccare per sbaglio, incassando ingiustamente del denaro da parte di Google. Quindi anche in questo caso l’etica lavorativa e professionale deve stare al primo posto.

Conclusioni sui banner pubblicitari sul proprio sito

In questo articolo abbiamo visto in che modo è possibile ospitare dei banner pubblicitari sul proprio sito.

Ti lascio inoltre allegati alcuni articoli di approfondimento, nel caso volessi saperne di più sull’argomento:

Ricordati di dare un’occhiata ai miei servizi oppure scarica una delle mie guide, posso aiutarti con il tuo business online!

Ps: ricordati di dare un’occhiata ai miei strumenti:

Lorenzo Mariani
Lorenzo Marianihttp://lorenzomariani.site

Sono Lorenzo Mariani, laureato in Psicologia. Dal 2018 mi occupo di online marketing e di investimenti. Grazie alla mia esperienza fornisco indicazioni e consigli utili a risolvere i problemi più comuni legati a queste attività. Ho a cuore il tempo che i miei lettori dedicano a leggere i miei articoli, pertanto dedico sempre il massimo sforzo e professionalità.

Hai bisogno di aiuto?

Guarda i miei servizi

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui