Biohacking: che cos’è e come funziona [Guida completa]

Il biohacking è un concetto complesso che spazia dalla tecnologia in ambito scientifico fino ad arrivare alle tecnologie usate sugli umani al fine di aumentarne le performance. Il concetto di base è: se possiamo migliorare le macchine grazie alla tecnologia, allora possiamo anche migliorare le persone.

Biohacking: un po’ di storia

Il biohacking nasce come una scienza fai da te, aperta, opensource dove non bisogna solamente rifarsi ai classici canali di comunicazione scientifica per fare delle scoperte. Al contrario, invita le persone a mettersi in gioco, a mettersi alla prova, sfidando se stesse e vedere che cosa ne viene fuori.

La comunità del biohacking nasce infatti con l’idea di fare scoperte un po’ come gli hacker fanno nel mondo dell’informatica.

Affianco a questa scienza o pseudo-scienza, possiamo mettere il gruppo dei grinder, cioè quelle persone che credono di poter migliorare il proprio corpo grazie all’ausilio di strumenti tecnologici altamente performanti, strumenti cibernetici o l’uso mixato di alcuni cibi.

Un esempio è quello della tecnica CRISPR dove si va a modificare alcune sequenze di DNA con il solo scopo di aumentare le performance in un determinato ambito. Si sa infatti che nel nostro DNA è scritto tutto riguardo noi, chi siamo, di cosa siamo fatti, le nostre caratteristiche, ecc. Quindi modificano alcune sequenze del nostro DNA, inevitabilmente modificheremo anche alcune caratteristiche del nostro corpo oppure delle nostre abilità.

Il biohacking è nato metaforicamente in garage fino ad arrivare ai big money della Silicon Valley. Infatti se prima venivano fatti degli esperimenti fai da te, adesso vengono istituite delle vere e proprie squadre per scoprire in che modo aumentare le performance umane in determinati ambiti.

D’altra parte un noto sostenitore e finanziatore è Elon Musk, fondatore di PayPal, Tesla e Space X, noto imprenditore e famosissimo influencer a livello mondiale. Con le sue frasi o i suoi tweet è in grado di cambiare il corso dei mercati azionari e non solo.

Il dibattito sull’etica

Ad esempio, una possibilità è quella di inserire il microchip sottocutaneo al fine di migliorare e monitorare tutte le prestazioni del corpo umano. D’altra parte alcuni stati come ad esempio la Germania ha dichiarato illegale questa tecnica. Quindi da una parte abbiamo “folli ricercatori” che tentano in tutti i modi di scoprire come aumentare le performance umane e dall’altra abbiamo dei movimenti ostruttori da parte di alcuni governi. Mettiamola così: work in progress!

Prospettiva di mercato

I mercati si pongono a favore del biohacking, infatti è prevista una crescita sostanziale da qui ad alcuni anni. D’altra parte però, i rischi che alcuni sistemi informatici non siano correttamente collaudati è presente, quindi ancora si sta cercando di perfezionare alcune tecniche al fine di consolidarle e metterle in sicurezza.

Perché il biohacking potrebbe essere necessario?

Esistono diversi motivi che potrebbero spingere il pensiero comune a considerare il biohacking come una scienza, un insieme di tecniche necessarie al fine di migliorare la qualità della vita, tra queste annoveriamo i seguenti motivi.

1. Adattamento evolutivo

Il nostro stile di vita contemporaneo è diverso ed è cambiato rispetto a quello di 100 anni fa. Questo perché in maniera piuttosto forzata sono cambiate le stagioni, epoche storiche e se vogliamo anche la qualità della vita. Infatti ci sono differenze sostanziali tra lo stile di vita odierno e quello di 100 anni fa. Per questo motivo, i nostri corpi vivono in ambienti potenzialmente non ottimali, in quanto soggetti al cambiamento, quindi anche loro dovrebbero cambiare per adattarsi.

Un esempio lampante è quello del ritmo circadiano del ritmo sonno veglia. Un tempo ad una certa ora si assisteva al nascere del sole e ad un’altra ora il sole tramontava. Così gli occhi si preparavano ad accogliere o meno le onde luminose e a preparare il corpo ad una delle due fasi. Ora però con l’inquinamento luminoso gli occhi fanno un altro tipo di lavoro, è come se fossero sempre attivi e di conseguenza si potrebbero utilizzare degli occhiali che filtrano la luce al fine di ristabilire il corretto ritmo circadiano del sonno veglia.

Questo è solamente un esempio di come il biohacking può intervenire all’interno della nostra vita.

2. Genetica ed epigenetica

La genetica consiste in tutto l’insieme dei nostri geni, che insieme formano il genoma, il quale racchiude tutte le nostre caratteristiche. Però allo stesso tempo si inserisce l’epigenetica. L’epigenetica corrisponde a tale concetto: i nostri geni, racchiusi all’interno del genoma si esprimono e quindi vengono liberati se e solo se, l’ambiente esterno favorisce tale comportamento.

Detta in altri termini: possiamo avere determinati geni predisposti a malattie. Magari questi geni si esprimono e quindi si manifestano solo in ambienti di tipo X. Quindi automaticamente se no evitiamo l’ambiente X, eviteremo il manifestarsi di geni malevoli per il nostro corpo.

3. Aumento delle performance individuali

Mai più di oggi gli umani sono stati così collegati alla tecnologia. Ad esempio un progetto folle oserei dire di Elon Musk è quello di impiantare una tecnologia utile al collegamento di umano-macchina. Al fine di collegare il cervello umano con il “cervello” delle macchine tecnologiche.

Quindi questo favorirà in linea teorica le performance dell’essere umano, in quanto sarà supportato dalla tecnologia.

Differenze principali tra biohacking e medicina tradizionale

La principale differenza tra le due risiede nella filosofia di pensiero di una rispetto all’altra. Infatti nel biohacking si crede che: nonostante l’umano, per sua natura può avere delle carenze, non è detto che per forza di cose debba accettarle senza fare niente, in quanto con l’ausilio di tecnologie può colmare queste carenze.

Esempi di biohacking da fare a casa

Esistono delle tecniche di biohacking che possono essere fatte comodamente a casa e sono molto più immediate e tranquille di quanto si possa pensare.

Ecco qui il mio elenco.

1. Assumi caffeina

La caffeina è nota per aumentare la produttività. Potresti tenere un diario che riporta esattamente quanta caffeina hai assunto, a che ora e quali sono stati i tuoi comportamenti in termini di produttività e di umore. Una volta che avrai trovato la dose giusta sarai più produttivo/a e parallelamente starai biohackerando il tuo corpo!

2. Prova una dieta di eliminazione

Effettuando una dieta di eliminazione, come dice la parola stessa, andrai ad eliminare un cibo o una bevanda per poi reintrodurla gradualmente e vedere quali effetti comporta all’interno del tuo corpo. Quando la reintroduci, presta attenzione a questi sintomi:

  • eruzioni cutanee
  • sblocchi
  • dolore
  • fatica
  • mal di stomaco
  • diarrea
  • stipsi
  • altri sintomi anormali

3. Esponiti alla luce blu per aumentare l’umore

La luce del sole può aiutarti a migliorare il tuo umore e le tue prestazioni cognitive, quindi assicurati di prenderne a sufficienza!

Tieni presente che la luce solare contiene la stessa luce blu che emette il tuo smartphone, quindi potrebbe tenerti sveglio a lungo (che novità 🙂 )

4. Prova il digiuno intermittente

Il digiuno intermittente consiste in una tecnica dove si va a digiunare per un lasso di tempo preciso e poi si assume cibo in un altro momento preciso.

Il digiuno in questo modo ha diversi vantaggi comprovati:

  • Abbassare l’insulina
  • Aiuta le cellule a riparare i tessuti danneggiati
  • protegge da malattie come il cancro

Questi 4 esempi possono essere fatti praticamente da tutti e senza troppo impegno. Allo stesso tempo i miei non sono consigli da medico in quanto quello che scrivo è frutto di una ricerca che, per quanto minuziosa possa essere, non garantisce nulla. Quindi assicurati di parlarne sempre con il tuo medico prima di provarle.

Conclusioni sul biohacking

Il biohacking come abbiamo potuto vedere, consiste in una serie di tecniche che vanno ad aumentare le performance del corpo umano. Per farlo si servono di alcune tecnologie che ancora sono in fase di sviluppo ma che, sicuramente negli anni a venire subiranno delle novità. Se questo articolo ti è piaciuto ti chiedo di lasciare un commento oppure di condividerlo con i tuoi amici!

Ricordati di dare un’occhiata ai miei servizi oppure scarica una delle mie guide, posso aiutarti con il tuo business online!

Ps: ricordati di dare un’occhiata ai miei strumenti:

Lorenzo Mariani
Lorenzo Marianihttp://lorenzomariani.site

Sono Lorenzo Mariani, laureato in Psicologia. Dal 2018 mi occupo di online marketing e di investimenti. Grazie alla mia esperienza fornisco indicazioni e consigli utili a risolvere i problemi più comuni legati a queste attività. Ho a cuore il tempo che i miei lettori dedicano a leggere i miei articoli, pertanto dedico sempre il massimo sforzo e professionalità.

Hai bisogno di aiuto?

Guarda i miei servizi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui