Campagne pubblicitarie sbagliate: esempi e come evitarle

Ogni marketer ha fatto almeno una volta nella sua vita delle campagne pubblicitarie sbagliate. Questa forma di sbaglio può avvenire sia per mancata esperienza, sia perché le cose a volte non vanno esattamente nella maniera in cui le abbiamo previste. Per ovviare a questo problema quindi intendo farti una lista più che completa di campagne pubblicitarie sbagliate. In questo modo potrai prendere spunto dagli errori che hanno commesso altre persone ed evitare di farli tu in prima persona.

Quindi iniziamo subito!

Lista campagne pubblicitarie sbagliate

In questa sezione vediamo una lista delle epic fail di campagne pubblicitarie sbagliate.

1. Pepsi: Spot TV di Kendall Jenner

1. Pepsi: Spot TV di Kendall Jenner

Pepsi vuole equiparare i propri prodotti a una forza unificante culturale. Ok, questo non è un cattivo obiettivo per la tua campagna. Ma quello che è successo dopo deve essere interessante… “Ehi, prendiamo come esempio la star dei reality Kendall Jenner. Possiamo lasciarla risolvere il confronto della vita nera tra i manifestanti e la polizia offrendo alla polizia una lattina di Pepsi…” risultato? indignazione. L’annuncio è stato ridicolizzato sui social media, falsificato su SNL e rapidamente ritirato. Le agenzie di pubblicità lo usano per analizzare il gruppo pubblicitario interno di Pepsi, dicendo che se usano solo le agenzie, un fiasco non accadrebbe. Sei mesi dopo, il presidente della Pepsi Brad Jakeman (Brad Jakeman) si è dimesso e ha dichiarato a Advertising Times che l’annuncio è stata “l’esperienza più straziante della mia carriera”.

2. Colomba: imballaggio positivo per il corpo

Dove ha vinto la campagna “True Beauty”, che mette in mostra le donne vere in modo positivo. Questo è un movimento di responsabilizzazione. In effetti, la campagna è in corso da 15 anni ed è ampiamente considerata una delle campagne di marketing di maggior successo. L’azienda sta lavorando duramente per contribuire a rafforzare l’immagine positiva del corpo delle donne. Poi Dorf si sporcò le mani. In Inghilterra, hanno rilasciato un pacchetto in edizione limitata progettato per mostrare le diverse prestazioni del corpo femminile. La loro confezione paragona l’immagine femminile a una bottiglia di sapone astratta e invisibile. In poche parole, il pacco ha inviato il messaggio sbagliato. Questa versione è diventata una battuta d’arresto e ha attirato l’attenzione su piattaforme social come Twitter e Facebook. Hanno rilasciato solo sette forme diverse tra cui scegliere, costringendo le donne a scegliere una bottiglia che si adattasse alla loro forma. Invece di rafforzare un’immagine corporea forte, ha finito per aumentare l’autocoscienza.

3. McDonald’s: spot televisivo del Regno Unito

Sembra che gli inserzionisti britannici abbiano ricevuto molta attenzione nel 2017 a causa di un mucchio di pessime idee di marketing! Questa volta è McDonald’s. È difficile offendere un fast food, ma McDonald’s lo ha fatto con sorprendentemente cattivo gusto. L’annuncio mostra un ragazzo che parla con sua madre del padre morto. Bene, si scopre che una cosa che hanno in comune è il loro amore per i sandwich di filetto di pesce. Accidenti. McDonald ha avuto molte accese discussioni da parte degli hater sui social media, che li hanno accusati di “vendere panini con dolore”.

4. Ford: stampa inceppata

Nell’anno in cui la cattiva condotta di Harvey Weinstein e #MeToo ha dominato i titoli dei giornali, Ford ha pubblicato l’immagine peggiore della sua campagna pubblicitaria. Presenta tre donne legate, imbavagliate e infilate nel bagagliaio della loro nuova berlina Ford. La pubblicità è stata ritirata e Ford ha dovuto scusarsi pubblicamente perché molte persone credevano correttamente che la pubblicità fosse offensiva e credevano che incoraggiasse la violenza contro le donne

5. Sony: pubblicità stampata “razzista”

. Sony: pubblicità stampata "razzista"

Questa pubblicità Sony è stata pubblicata nel 2006. Promuove il dispositivo portatile Playstation bianco di Sony. Sony ha deciso di promuovere il nuovo prodotto in modo… beh, problematico. Nell’enorme pubblicità, si può vedere una pallida donna dai capelli bianchi che afferra il viso di una donna di colore. La figura bianca appariva scioccata e determinata, mentre la figura nera appariva molto sottomessa. Il testo è “Playstation Portable. Il bianco sta arrivando”. Ci sono molti modi migliori per promuovere il lancio del tuo nuovo prodotto. Sony ha dichiarato: “Le immagini utilizzate nella pubblicità servono solo per evidenziare il contrasto tra i diversi colori disponibili per PSP”.7

6. Burger King: campagna per smartphone

Burger King ha creato una campagna da eseguire su dispositivi intelligenti che hanno attivato il dispositivo per leggere un elenco di ingredienti per hamburger pubblicato su Wikipedia. Il problema è che degli hacker hanno sostituito il post di Wikipedia aggiungendo degli ingredienti come il cianuro. A seguito dell’hack ovviamente la campagna pubblicitaria è stata interrotta e messa da parte.

7. Audi: pubblicità per matrimoni cinesi

Lo scopo di questa campagna pubblicitaria dell’Audi era ribadire che è molto importante pensare a riguardo dell’acquisto di una macchina, prima di farlo definitivamente. Nello spot, la madre dello sposo si avvicina all’altare ed inizia a squadrare in tutti i modi possibili ed immaginabili la moglie dello sposo. Quindi, lo slogan recita: “Una decisione importante deve essere presa con attenzione”. Sfortunatamente però il messaggio che trasmette è quello del valore delle donne paragonate ad un veicolo.

8. Adidas: e-mail sulla maratona di Boston

L’azienda Adidas ha inviato una mail a tutti i clienti che hanno partecipato alla maratona di Boston, tale e-mail recitava “complimenti per essere sopravvissuto alla maratona di Boston”. Il messaggio è apparentemente innocuo se non che tempo fa ci fu un attentato proprio durante la maratona. Inutile dire che diverse persone se la presero per questo ed Adidas fece delle scuse ufficiali per quanto fatto.

9. Airbnb: e-mail mondo fluttuante

Questa pubblicità di Airbnb includeva l’immagine di una casa a tema acquatico seduta sulla superficie dell’acqua. La copia includeva “Resta sopra l’acqua” e “vivi la vita acquatica con queste case galleggianti”. Il problema è che proprio in quel momento l’uragano Harvey stava travolgendo Houston.

10. Ink Coffee: segno di gentrificazione

 Il proprietario del caffè ha messo un cartello con la scritta: “Felicemente riqualificazione del quartiere dal 2014”.

Il problema è che la gentrificazione porta anche allo spostamento dei residenti, in genere minoranze a basso reddito. Ink Coffee è stato accolto da grandi folle di manifestanti e persino da atti di vandalismo.

Questi sono 10 esempi di campagne pubblicitarie sbagliate. Ora andiamo a vedere come evitare questi errori!

Campagne pubblicitarie sbagliate: come evitarle

Per poter evitare di creare delle campagne pubblicitarie sbagliate, dobbiamo focalizzarci sulla creazione di campagne pubblicitarie vincenti. Per farlo ti basta seguire questa scaletta che ho preparato con cura per te.

1. Conoscere bene l’azienda

Il tipo di campagna pubblicitaria deve essere per forza di cose incentrato sull’azienda. Infatti la campagna ideale dovrebbe riflettere quelli che sono i valori principali dell’azienda ed il suo contesto. Quindi questo significa valutare bene i punti di forza ed usarli a proprio vantaggio durante lo spot pubblicitario.

Potrebbe interessarti : come fare carriera in un’azienda

2. Individuare il pubblico più adatto

Ogni campagna pubblicitaria per essere vincente deve essere mostrata al pubblico che può essere maggiormente influenzabile da essa. Questo significa che dobbiamo conoscere praticamente qualsiasi aspetto del nostro pubblico, così da mostrare loro un messaggio perfetto e fatto su misura.

3. Trovare la giusta idea

Per trovare la giusta idea è necessario conoscere quali sono i reali bisogni del nostro pubblico. Una volta che sapremo quali sono sarà molto più semplice farci venire la giusta idea per quanto riguarda il messaggio comunicativo che andremo a proporre.

4. Scelta del linguaggio efficace

Ovviamente dobbiamo parlare la stessa lingua dei nostri clienti, quindi è importante utilizzare un linguaggio comprensibile. Che tipo di linguaggio usa il tuo pubblico? Formale, informale, diretto, indiretto? Bene, scoperto questo, lo dovrai includere nel tuo messaggio comunicativo.

5. Usare un’immagine coinvolgente

Il linguaggio verbale è molto importante ma lo è allo stesso modo il linguaggio non verbale. Infatti a volte si comunica di più senza le parole. Quindi assicurati di montare un’idea che sia intrigante e coinvolgente per il tuo pubblico: il più persuasivo che sia possibile!

6. Dì sempre la verità

Quando si fa pubblicità per un nostro prodotto o servizio, non ha molto senso dire una cosa per un’altra. Questo perché alla fine la verità salta fuori e non la si può più nascondere. Quindi assicurati che il messaggio sia trasparente e che soprattutto trasmetta un concetto chiaro ed accessibile da parte del tuo pubblico.

7. Trasmettere emozioni positive

Il messaggio che si intende trasmettere dovrebbe suscitare nei confronti del tuo pubblico delle emozioni di avvicinamento al prodotto/servizio e non di allontanamento. Quindi assicurati che lo spot colpisca il cuore del tuo pubblico e lo invogli a seguirti!

8. Parlare dell’esperienza

Illustrare in maniera fredda e distaccata i pro del possedere un prodotto, non influenzerebbe neanche una scimmia. Per questo quindi è importante focalizzarsi in realtà sulle emozioni che ti da l’acquisto di un prodotto/servizio e l’esperienza che puoi vivere con questo.

9. Fai qualcosa di unico

Molti spot pubblicitari sono stra copiati uno dall’altro. Infatti la pubblicità copia incolla è più semplice da fare ma ovviamente influenza di meno. Se noi vogliamo che il nostro pubblico sia influenzato da quello che facciamo, dobbiamo renderci assolutamente unici ed originali.

10. Diffondere il proprio messaggio

10. Diffondere il proprio messaggio

L’obiettivo di una buona campagna è quello di far parlare di sé. Quindi assicurati di sfruttare i mezzi moderni di comunicazione come ad esempio Facebook ADS al fine di rendere la tua campagna una macchina acchiappa clienti!

Campagne pubblicitarie sbagliate: consigli extra

Come ogni marketer, nella mia carriera ho lanciato centinaia di campagne pubblicitarie. Alcune sono andate meglio di altre e viceversa. Quello che ha fatto sempre la differenza alla fine dei giochi è stato il prodotto. Mi sono reso conto infatti che potevo aver fatto il miglior marketing del mondo ma se alla fine dei giochi il prodotto era scadente, allora non vendevo nulla. Altre volte invece quando avevo un buon prodotto, mi bastava fare il minimo sforzo per raggiungere il risultato. Quindi assicurati di avere sempre alla base un prodotto/servizio buono e che funzioni, altrimenti tutta la tua fatica per il marketing non sarà mai ricambiata!

Conclusioni su campagne pubblicitarie sbagliate

In questo articolo abbiamo visto come evitare di creare delle campagne pubblicitarie sbagliate. Ricordati di dare un’occhiata ai miei servizi oppure scarica una delle mie guide, posso aiutarti con il tuo business online!

Ps: ricordati di dare un’occhiata ai miei strumenti:

Lorenzo Mariani
Lorenzo Marianihttp://lorenzomariani.site

Sono Lorenzo Mariani, laureato in Psicologia. Dal 2018 mi occupo di online marketing e di investimenti. Grazie alla mia esperienza fornisco indicazioni e consigli utili a risolvere i problemi più comuni legati a queste attività. Ho a cuore il tempo che i miei lettori dedicano a leggere i miei articoli, pertanto dedico sempre il massimo sforzo e professionalità.

Hai bisogno di aiuto?

Guarda i miei servizi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Banner Servizi Lorenzo Mariani