Come studiare veloce e bene

Se desideri scoprire come studiare veloce e bene sei nel posto giusto. In questo articolo ti darò tutte le informazioni disponibili in mio possesso sull’argomento al fine di aiutarti a migliorare le tue prestazioni in ambito studio.

Tante volte capita che si ha l’esigenza di memorizzare molte pagine in poco tempo, vuoi perché abbiamo un esame, oppure perché abbiamo molti esami quindi il tempo è ristretto. Quindi sorge spontanea la necessità di capire come studiare veloce e bene, soprattutto.

Ovviamente le strategie che sto per rivelarti non faranno miracoli, se non hai combinato niente per mesi non potrai in alcun modo raggiungere il risultato in due giorni. Però, se prenderai per tempo la situazione e sarai disposto ad impegnarti con costanza, allora riuscirai senza ombra di dubbio a raggiungere il tuo obiettivo.

Quindi fatta questa doverosa premessa possiamo iniziare ad entrare nel vivo dell’articolo.

Studiare bene richiede impegno

Studiare bene richiede impegno

Se ancora non fosse abbastanza chiaro, studiare bene richiede impegno. Non è possibile imparare magicamente dei concetti senza applicarsi seriamente alla materia di studio e tanto meno assimilarli senza fare il minimo sforzo. Quindi va da sé che dobbiamo partire dalle basi e da ciò che non funziona.

Studiare velocemente: non fare questi errori

Ora ti darò una lista di cose che lo studente medio fa quando si tratta di studiare:

  • Studia rispondendo contemporaneamente ai messaggi su Whatsapp
  • Ripete in maniera meccanica un concetto senza prima averlo capito
  • Sottolinea tutto il capitolo perché è talmente distratto da non capire quale sia il concetto chiave

Questi sono solo alcuni degli errori che vengono fatti più spesso quando si tratta di studio. Lo studente medio non è concentrato, pensa ad altre cose e non ha la minima idea di come approcciarsi nei confronti del libro. Sembrano quasi uno l’opposto dell’altro. Quindi se anche tu ti trovi nella situazione dove fai tutte le cose elencate qui sopra, smetti immediatamente ed inizia a seguire questi consigli.

Consigli per studiare veloce e bene

In questo paragrafo voglio darti una serie di consigli e strategie applicabili sin da ora con il solo scopo di imparare come studiare veloce e bene. Quindi proseguiamo subito con l’elenco di queste strategie.

1. Utilizzare la tecnica della pre-lettura

Molte persone iniziano a studiare un libro senza conoscerne:

  • autore
  • concetti chiave

Va da sé che non hanno per nulla al mondo conoscenza di quel libro. Ok che lo si studia proprio per conoscerlo, però affacciarsi ad un libro con la pretesa di studiarlo senza saperne un minimo di storia è alquanto stupido, non pensi? Piuttosto, quanto sarebbe più facile studiarlo sapendo già più o meno di che cosa parla e di quali argomenti tratta?

La tecnica della pre-lettura si basa proprio su questo: inizialmente si legge tutto il libro in maniera veloce e quasi “superficiale” con l’unico obiettivo di capire di che cosa parli il libro. Dobbiamo osservare con che gergo è stato scritto, cosa intende dire l’autore, ecc.

Nello specifico, i passi da seguire sono i seguenti:

  1. Prima di iniziare a studiare, fatti un’idea di che cosa andrà a parlare il libro
  2. Leggi rapidamente l’indice del capitolo
  3. Leggi i titoli principali di ogni paragrafo di ogni capitolo e la prima sezione
  4. Poi chiediti: che cosa ho capito? Quali sono i concetti chiave?

In questo caso non è un vero e proprio studiare. Si tratta solamente di scoprire il libro in sé per sé: capire di cosa parla, quali sono i concetti chiave, ecc. Se avremo in testa questi, nel momento in cui inizieremo a studiare ci troveremo avvantaggiati in quanto abbiamo a disposizione delle informazioni importanti riguardo al libro che stiamo studiando.

Inizialmente potrai considerare la tecnica della pre-lettura come una terribile perdita di tempo, ma quando ti ritroverai ad affrontare il libro, ti renderai conto di quanto è stato utile capirne i concetti chiave prima di iniziare lo studio vero e proprio.

Provare per credere.

2. Tecnica dello sniper

2. Tecnica dello sniper

Sniper, tradotto dall’inglese significa cecchino. Il cecchino è solitamente colui che sia in ambito reale, che in ambito di gaming non può sbagliare in quanto agisce di soppiatto nella guerra. La stessa cosa devi fare tu: mi spiego meglio.

Quante volte ti ritrovi a ripetere come un pappagallo dei concetti che hai già assimilato? Oppure a fare schemi ultra dettagliati? A registrare la lezione del professore? Ecco, non dico che questo tempo sia perso, ma quasi.

Ok cercare di massimizzare l’assimilazione di un concetto, ma non è poi così fondamentale passare un’ora della tua vita a ripetere sempre la stessa frase.

Dovresti iniziare a fidarti più delle tue capacità mentali e dire “se l’ho ripetuto, una, due , tre volte bene, ormai questo concetto lo so”. Se inizierai ad adottare questa mentalità, ti risparmierai molto tempo che potrai dedicare a studiare altri capitoli del tuo libro, velocizzando così le tempistiche di studio.

A volte può capitare che si ripeta fino allo sfinimento poiché non ci si sente sicuri abbastanza. Ma il paradosso è che non ti sentirai mai sicuro abbastanza se continui a ripetere all’infinito senza fidarti di te stesso.

Nel momento in cui hai assimilato un concetto, basta, vai avanti. Prosegui con lo studio, non fossilizzarti

3. Impara le stesse informazioni in vari modi

La ricerca (Willis, J. 2008) mostra che diversi media stimolano diverse parti del cervello. Più aree del cervello vengono attivate, più è probabile che tu capisca e conservi le informazioni.

  • Leggi gli appunti del corso
  • Leggi il libro di testo
  • Cerca altre risorse online
  • Crea una mappa mentale
  • Insegna a qualcuno quello che hai imparato
  • Esercitati con problemi da una varietà di fonti

Più fonti diverse utilizzerai e più sarà stimolato il tuo cervello ad apprendere un determinato tipo di informazione.

4. Mappe concettuali

4. Mappe concettuali

Lo psicologo canadese Endel Tulving, grazie ai suoi studi, dimostrò scientificamente l’efficacia delle mappe concettuali.

La fase cruciale della memorizzazione consiste nell’elaborazione. Si è vero che potresti ripetere tutto a pappardella senza capirci niente, ma in quel caso la durata della memoria sarà inferiore rispetto a quando impari un concetto nel vero senso della parola.

Per questo motivo l’utilizzo delle mappe concettuali può essere davvero efficace nello studio. Consiste appunto nell’elaborare quanto si è appreso e scriverlo all’interno di una mappa con dei collegamenti. Ogni concetto rappresenta una frase, che poi viene collegata alla successiva.

Assicurati di scrivere solamente i concetti chiave, poi aggiungerai a voce durante la ripetizione tutti i vari approfondimenti del caso.

Per costruire una mappa concettuale segui questi 6 step:

  1. Scrivi l’oggetto principale del tuo oggetto di studio su un foglio. Puoi scriverlo sia in posizione centrale che di lato, sta a te scegliere
  2. Scrivi delle idee correlate all’oggetto di studio principale intorno ad esso
  3. Disegna delle linee che colleghino queste idee secondarie
  4. Scrivi degli esempi o ragionamenti, sotto queste idee
  5. Non ricercare la perfezione, fai si che il tuo cervello lavori in maniera autonoma ed intuitiva
  6. Utilizza la mappa concettuale per ripetere quando studi per prepararti al tuo esame

L’utilizzo delle mappe concettuali è un metodo molto efficace al fine di riuscire a sintetizzare i concetti chiave all’interno di un foglio o pochi fogli.

5. Fai delle pause

A prescindere da quale sia il tuo metodo di studio, non puoi forzare il tuo cervello a praticare delle sessioni di studio interminabili. Dovresti invece utilizzare delle tecniche di studio-pausa efficaci.

Una tecnica che potresti utilizzare è quella del pomodoro, che consiste nello studiare per 25 minuti e fare 5 minuti di pausa. Così facendo doserai al meglio le tue risorse cognitive senza bruciare tutto subito.

6. Ripeti utilizzando delle parole tue

Si, come dicevo prima, è possibile imparare qualcosa semplicemente ripetendolo a pappardella senza capirne il significato. Però è anche vero che seguendo questo metodo, nel momento in cui per forza di cose dimentichi una sola parola nella tua ripetizione, verranno a mancare anche le altre.

Questo ti costringe a:

  1. Ripetere molte volte
  2. Memorizzare in maniera forte

Esiste invece un metodo più semplice, cioè quello di ripetere un concetto con le proprie parole. Infatti è assodato che nel momento in cui spieghi un concetto utilizzando delle parole tue, signfica che tale concetto lo hai capito veramente.

L’ideale sarebbe riuscire ad essere in grado di spiegarlo ad un bambino. Se sei in grado di spiegarlo ad un bambino, significa che lo hai compreso veramente.

Inoltre dovresti cercare di ripetere utilizzando sempre il tuo vocabolario. Ovviamente i termini tecnici devono restare tale e quali, però puoi giocare parecchio sulla costruzione della frase e delle parole subordinate al concetto principale.

7. Studia su Youtube

7. Studia su Youtube

Queste tecnica è valida in parte, in quanto non tutti gli argomenti di studio sono trattati sui video di Youtube. Allo stesso tempo però nel momento in cui devi studiare cose ad esempio “la seconda guerra mondiale”, beh, guardare un video può essere molto più intelligente che mettersi sui libri.

7. La tecnica di Cicerone

La tecnica di Cicerone consiste nell’associare delle parole a dei luoghi, costruendo una storia. Potresti associare ad esempio il significato della parola “mnemonica” ad una piscina. Quando penserai alla piscina, in automatico penserai alla parola “mnemonica”. Ovviamente questa tecnica, come tutte le altre ha bisogno di continuo esercizio.

L’ideale sarebbe quello di costruire una storia del tipo:”sono andato al mare, con il cane e poi ho portato con me la mia ragazza” dove ad ogni parola viene associata una parola secondaria, permettendoti quindi di risalire al succo del concetto.

8. La tecnica dei riassunti

Questa è la tecnica che utilizzo io e che sinceramente, consiglio a tutti. Si basa sulla lettura del libro per intero, con le dovute sottolineazioni dei concetti chiave, per poi sintetizzarli all’interno di un foglio Word.

Solitamente un libro che è composto da 500 parole riesco a sintetizzarlo in 40-60 pagine. Questa tecnica è in assoluto la mia preferita perché porta con se alcuni vantaggi:

da una parte ti costringe a leggere il libro, quindi sai praticamente tutto di questo, una volta letto per intero. Dall’altra ti costringe ad essere sintetico, pertanto devi scrivere nel riassunto soltanto i concetti chiave.

Poi se devo essere sincero, faccio un’ulteriore sintesi quando ripeto. Quindi un testo che figura 500 pagine, viene sintetizzato in 40-60 e durante la fase di studio vera e propria, può arrivare a 20-30 pagine. Questo perché punto ad imparare soltanto i concetti perché poi, avendo una buona dialettica, riesco ad aggiungere dei contenuti miei all’elaborato finale.

Consigli per studiare veloce e bene

Ci sono inoltre alcuni consigli che intendo darti poiché potrebbero risultare essere parecchio utili quando decidi di studiare veloce e bene:

  • Elimina il cellulare
  • crea un gruppo di studio
  • crea un luogo di studio adeguato
  • utilizza della musica di concentrazione
  • prendi appunti a lezione
  • non studiare la sera tardi
  • ripeti insieme ad un tuo collega
  • bevi molta acqua
  • mangia regolarmente
  • dormi regolarmente

Questi consigli sono universali e possono essere applicati in qualsiasi circostanza.

Opinioni personali su come studiare veloce e bene

Opinioni personali su come studiare veloce e bene

Dal mio punto di vista, studiare veloce e bene è più che possibile. Se ci penso, ho finito la facoltà di psicologia senza mai partecipare ad una lezione e facendo dei riassunti. Si è vero che ho delle doti per quanto riguarda l’autodidatta, ma sono riuscito nella mia piccola impresa perché avevo un metodo, un metodo di studio.

Ovviamente tale metodo è più che personale, ciò che si adatta a me non si adatta a te e viceversa.

Per questo motivo in questo articolo ho voluto darti più consigli possibili, così che tu possa trovare il tuo metodo di studio perfetto!

Conclusioni su come studiare veloce e bene

In questo articolo abbiamo visto come studiare veloce e bene e tutte le tecniche relative.

Se questo post ti è stato utile lasciami pure un bel commento e condividilo sui social, te ne sarei molto grato!

Ti potrebbero interessare anche:

Ricordati di dare un’occhiata ai miei servizi oppure scarica una delle mie guide, posso aiutarti con il tuo business online!

Ps: ricordati di dare un’occhiata ai miei strumenti:

Lorenzo Mariani
Lorenzo Marianihttp://lorenzomariani.site

Sono Lorenzo Mariani, laureato in Psicologia. Dal 2018 mi occupo di online marketing e di investimenti. Grazie alla mia esperienza fornisco indicazioni e consigli utili a risolvere i problemi più comuni legati a queste attività. Ho a cuore il tempo che i miei lettori dedicano a leggere i miei articoli, pertanto dedico sempre il massimo sforzo e professionalità.

Hai bisogno di aiuto?

Guarda i miei servizi

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Banner Servizi Lorenzo Mariani