Come velocizzare un sito web: tutti i segreti!

Se vuoi scoprire come velocizzare un sito web ti trovi nel posto giusto. Infatti avere un sito web veloce è il sogno di tutti i webmaster in quanto oltre che permettere di avere una migliore esperienza utente, risulta essere anche ben visto agli occhi di Google, il quale indubbiamente preferisce avere e posizionare un sito web veloce piuttosto che uno lento. Quindi non perdiamo tempo ed andiamo a scoprire subito come velocizzare un sito web!

Che cosa si intende per velocità?

Quando si parla di velocità si parla di tutto e di niente, in quanto per forza di cose abbiamo bisogno di alcuni parametri su cui basarci per stabilire se un sito è veloce oppure è lento. Recenti studi hanno osservato e dimostrato come le persone tendano a chiudere le pagine web se queste non si caricano entro 3 secondi. Questo significa che la nostra soglia di velocità si ferma appunto a questo parametro in quanto se lo andassimo a sforare indubbiamente l’utente andrà a chiudere la pagina. Più è bene precisare che già ottenere del traffico, specialmente in organico è difficile, figurarsi se poi questo traffico neanche entra in contatto con i nostri contenuti: proprio non ce lo possiamo permettere! Per questo motivo è importante capire come velocizzare un sito web.

Come velocizzare un sito web: lista delle cose da fare

Per capire come velocizzare un sito web non esistono solamente una, ma molteplici strategie che si possono attuare al fine di rendere il nostro sito web più scattante e dinamico. A tal proposito ti propongo una to do list di cose da fare al fine di raggiungere il tuo obiettivo, vediamo insieme il da farsi!

1. Elimina il superfluo

Per superfluo si intende tutto quell’insieme di: plugin, codici, contenuti, ecc che non servono assolutamente a niente. Per rendere il tuo sito web veloce devi innanzitutto disfarti di tutto quello che non ti serve. Se hai dei plugin che non utilizzi, beh il mio consiglio è quello di eliminarli dal tuo sito WordPress.

2. Minimizza HTML, Javascript e CSS

In questo caso l’idea è quella di andare a minimizzare tutti quei codici che in un preciso momento non sono utili al caricamento della pagina. Quindi parlo proprio dei vari codici HTML, Javascript e CSS che stanno occupando e spendendo delle risorse utili del tuo server. A tal proposito ti propongo un plugin che si chiama Autoptimize, il quale ha proprio il compito di andare a minimizzare tutto il codice in eccesso, rendendo il tuo sito web più dinamico.

3. Utilizza la versione AMP

Per la versione AMP si intende un framework HTML open source sviluppato dall’AMP Open Source Project. È stato originariamente creato da Google come concorrente di Facebook Instant Articles e Apple News. AMP è ottimizzato per la navigazione web mobile e ha lo scopo di aiutare le pagine web a caricarsi più velocemente. Installando un plugin AMP sul tuo sito web, senza ombra di dubbio renderai il caricamento dei tuoi contenuti molto più rapido e veloce.

4. Non usare troppi redirect

A volte il redirect fa proprio comodo in quanto si vanno a sostituire dei contenuti che potenzialmente sono rovinati oppure non servono più con dei contenuti attivi e che stanno funzionando, utili per il lettore. Il problema si ha però nel momento in cui se ne utilizzano troppi, infatti il browser deve leggere tutti questi redirect e si perde quindi del tempo prezioso andando a sovraccaricare i server e rendendo il caricamento del tuo sito web più lento.

5. Attiva la compressione GZIP

La compressione GZIP per tutte le richieste HTTP può ridurre di molto i tempi necessari per fornire una risposta al browser. Per questo motivo è importante installare un apposito plugin che ti permetta di svolgere questa funzione.

6. Scegli un tema che sia veloce e snello

La scelta del tema WordPress non deve riguardare in alcun modo solamente l’aspetto grafico e del design, anche se giocano un ruolo fondamentale. La giusta importanza va data anche all’aspetto della velocità, infatti il tuo tema può essere il più bello del mondo ma se non è veloce e ci mette una vita a caricarsi, beh non è il tema che dovresti utilizzare.

7. Ottimizza le immagini

Per ottimizzazione delle immagini si intende la compressione. Infatti esistono siti web come ad esempio Tinypng che permettono di ridurre drasticamente il peso di un’immagine. Io lo uso personalmente per i miei siti web e devo dire che svolge il suo lavoro in maniera egregia.

8. Imposta la cache del browser

Avendo attivo un sistema di cache, il browser memorizzerà le informazioni sulla pagina, pertanto non avrà bisogno di leggerle nuovamente perché le ha già lette una volta. A tal proposito esistono numerosi plugin per attivare il sistema di cache, uno di questi è sicuramente WPRocket.

9. Valuta l’upgrade dell’hosting

A volte, specialmente all’inizio si parte con un hosting base. Ma è inevitabile che se stai ricevendo parecchio traffico sul tuo sito web perché hai lavorato bene di SEO allora dovrai fare un upgrade al tuo hosting. Questo semplicemente perché sono aumentate le risorse da gestire, pertanto hai bisogno di maggiore potenza per il tuo sito web.

Come velocizzare un sito web: conclusioni

In questo articolo abbiamo visto come velocizzare un sito web e di tutte le strategie utili al fine di aumentarne le performance.

Ricordati di dare un’occhiata ai miei servizi oppure scarica una delle mie guide, posso aiutarti con il tuo business online!

Lorenzo Mariani
Lorenzo Marianihttps://lorenzomariani.site
Sono Lorenzo Mariani, laureato in Psicologia. Dal 2018 mi occupo di online marketing e di investimenti. Grazie alla mia esperienza fornisco indicazioni e consigli utili a risolvere i problemi più comuni legati a queste attività. Ho a cuore il tempo che i miei lettori dedicano a leggere i miei articoli, pertanto dedico sempre il massimo sforzo e professionalità.

Hai bisogno di aiuto?

Guarda i miei servizi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui