Guadagnare con la newsletter: come si fa

Per capire come guadagnare con la newsletter è importante avere in mente i passaggi necessari alla sua creazione.

Infatti, il mero guadagno è l’ultimissimo step a cui bisogna pensare in quanto prima di tutto c’è un enorme lavoro da fare alla base.

Per quanto possa sembrare scontato dall’utente ricevere in continuazione delle e-mail da parte delle aziende, in realtà c’è molto impegno e dedizione che fa funzionare il tutto.

Tant’è che nelle realtà più grandi e sviluppate, ci sono interi team che si occupano esclusivamente di: studiare, preparare ed inviare la newsletter aziendale.

Le domande che dobbiamo porci per capire se effettivamente la newsletter può essere utile alla nostra azienda sono le seguenti:

  • Come si crea una newsletter?
  • Quanto costa avere e gestire una newsletter?
  • Come si ricevono iscrizioni alla newsletter?
  • Quanto si guadagna con la newsletter?

Ed indovina un po’, sono qui proprio per aiutarti a dare delle risposte, quindi iniziamo!

Come si crea una newsletter

Questa è la parte fondamentale di tutto il lavoro. Infatti, bisogna capire in che modo sia possibile creare un database di persone a cui proporre le nostre offerte tramite e-mail.

A tal proposito, esistono diverse strade per farlo e soprattutto, diversi software. La scelta di questi, dipende innanzitutto da come vuoi gestire la cosa e con quale tool ti trovi meglio a lavorare. Vista l’enorme offerta disponibile sul mercato, te ne propongo alcuni che ho testato e che mi hanno fatto un’ottima impressione:

Ovviamente esistono moltissimi altri strumenti per inviare delle e-mail e gestire la propria newsletter ma come al solito, parlo solo di quello che conosco. Per cui, tutto ciò che dovresti fare all’inizio è scegliere uno di questi tre programmi (o quello che preferisci) ed effettuare l’iscrizione.

Il mio consiglio è quello di utilizzare Mailchimp in quanto ha una versione gratuita molto generosa. Infatti a differenza degli altri, ti permette di gestire molte persone con il piano gratuito.

Bene, ora che ti sei registrato, non ti resta che creare un “lead capture”, ossia un modulo di raccolta dei lead. Il termine tecnico di “lead” significa “contatti.” Infatti, potresti creare dei popup, un banner, una piccola sezione dove metti le classiche frasi per convincere l’utente ad iscriversi alla newsletter.

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti alla newsletter

Come puoi vedere dall’immagine, questo semplice modulo permette all’utente di inserire i propri dati, quindi: nome ed e-mail. Una volta che avrà confermato la privacy policy ed il trattamento dei dati, il suo profilo sarà registrato all’interno di un database. Questo database sarà gestito dal tool che deciderai di utilizzare per inviare le tue e-mail.

Bene, ora che abbiamo visto in che modo creare una lista e-mail, dobbiamo capire quali sono i costi per poi scoprire come guadagnare con la newsletter.

Quanto costa avere una newsletter

Si potrebbe pensare erroneamente che “siccome le e-mail personali le ho sempre inviate gratis, allora sarà così anche per la newsletter”. Mhmm…no.

Pensa un attimo ai costi di gestione. Immagina solo che server deve avere il tool che ti fa inviare le email per gestire i milioni di contatti di tutti i suoi clienti. La memoria nei database per salvare le email inviate, l’invio delle stesse, etc. E’ ovvio che ci siano dei costi di gestione.

Andando ancora più nello specifico ho individuato due tipi di costi, vediamo ora quali.

1. Costo del tool

Il tool, in base alle funzionalità che vorrai avere per la tua newsletter avrà dei costi. Infatti, un conto è che invii 1 mail a settimana a 100 persone. Un conto che invii 1 mail al giorno a 100k persone.

Ovviamente i prezzi sono differenti. Analizziamo ora quelli di Mailchimp.

Costo del tool Mailchimp
Costo del tool Mailchimp

Come puoi vedere dall’immagine, il piano gratuito ti permette già di gestire e guadagnare con la newsletter. Se però la tua lista si sta espandendo e desideri avere delle funzionalità extra, allora spenderai +10€ al mese, una cifra irrisoria considerando i potenziali ritorni che si possono avere.

2. Costo della gestione

Questo costo è nascosto e ci ho fatto anche la rima. Infatti si potrebbe pensare che le e-mail si inviino in automatico perché una sorta di intelligenza artificiale capisce quello che abbiamo in mente e lo scrive nella mail. Ecco, non è proprio così … infatti, avrai bisogno di almeno una persona (che potresti essere tu o un tuo collaboratore) che gestisce il tutto.

Cosa significa gestire il tutto? Significa mettersi seduto, pensare, scrivere, assemblare ed inviare la nostra offerta agli iscritti della newsletter. Sembra un lavoro da niente ma ti assicuro che porta via un sacco di tempo.

Quindi, o sacrificherai il tuo tempo oppure dovrai pagare un’altra persona che svolgerà il lavoro per te.

Staimo per scoprire come guadagnare con la newsletter, ma prima vediamo come ricevere iscritti!

Come ricevere iscrizioni alla newsletter

Per ricevere iscrizioni alla newsletter ci si può veramente sbizzarrire. Infatti, non esiste un modo unico per ottenere iscritti ma molteplici. Infatti, adesso te ne illustro qualcuno, poi sarai tu a decidere quale utilizzare.

1. Pubblicità a pagamento

Questo è il metodo più rapido ed immediato per ricevere iscritti. Infatti, tramite una campagna su Facebook ADS ti basterà creare un modulo contatti. Puoi sia utilizzare quelli che ti fornisce Facebook che mandare gli utenti su una landing page. Per una questione di tempo, trust e velocità, ti consiglio di utilizzare i moduli di Facebook.

Dopodiché, una volta che avrai raccolto un numero significativo di iscritti alla newsletter, ti basterà importare i loro dati sul tool di gestione mail. A quel punto, il sistema aggiungerà i tuoi lead ad una lista da te creata. Ad esempio “lead Shopify”.

Ovviamente, nessuno ti lascerà la mail in cambio di niente; dovrai dare qualcosa in cambio. Uno sconto? Un premio? Un e-book? Valuta tu.

2. Organico

Il mio metodo preferito nella maggior parte dei casi, è il traffico organico. Immaginiamo che tu abbia scritto un articolo proprio come quello che stai leggendo adesso. Se alla fine della lettura mettessi una call to action o facessi comparire un popup che invita a lasciare la mail, avrei ottenuto degli iscritti “gratis”.

Dico “gratis” perché in realtà anche il traffico organico che sembra gratuito, ha un lavoro molto dispendioso dietro. Infatti si è vero che hai cliccato sul titolo dell’articolo tramite la ricerca Google, ma per comparire lì ho lavorato dei mesi. Ad ogni modo questa strategia è molto valida ed utilizzata da chiunque abbia una newsletter attiva.

Ora, è arrivato finalmente il momento di capire in che modo guadagnare con la newsletter.

Come guadagnare con la newsletter

Come guadagnare con la newsletter
Come guadagnare con la newsletter

Adesso che abbiamo visto tutti i passaggi necessari all’avvio e costruzione della nostra lista e-mail, è arrivato il momento di scoprire come guadagnare con la newsletter.

Diciamo che esistono diversi metodi e strategie, ora te ne illustro un po’:

  • Evidenziare un problema per poi proporre la soluzione (un tuo prodotto o servizio)
  • Pubblicizzare un’altra persona alla tua lista e-mail (che ovviamente ti pagherà per farlo)
  • Inviare dei codici sconto che si applicheranno al tuo sito (validi per un tempo limitato)
  • Promuovere una novità del tuo sito (un nuovo prodotto, una membership, etc)

Questi sono i metodi principali per guadagnare con la newsletter.

Ovviamente però, detta così sembra facile, quindi analizziamo meglio nel dettaglio ogni punto.

#1 Strategia

Raccontare un problema per poi evidenziare la soluzione è una classica tecnica che viene spesso utilizzata. Infatti si fa un lungo preambolo dove vengono evidenziati dei problemi, magari una storia triste di qualcuno che ha risolto tutte le sue difficoltà grazie al nostro prodotto (magicamente).

Questo tipo di e-mail va utilizzata con raziocinio. Nel senso che è buona per creare hype, del tipo studio un funnel di 4 email su 8 giorni dove ogni 2 giorni ne invio 1 facendo salire l’attenzione dell’utente. Con l’ultima mail invierò l’offerta vera e propria.

Allo stesso tempo, non è una buona strategia se viene utilizzata come “standard” perché l’utente si stuferebbe di leggere sempre storie “magiche” di qualcuno o qualcosa.

Vediamo ora la seconda strategia per guadagnare con la newsletter.

#2 Strategia

Pubblicizzare un’altra persona alla tua lista e-mail è un ottimo metodo per monetizzare i propri iscritti, specialmente viene usata da alcuni freelance su Fiverr. L’idea di base è che: se io che ho una newsletter (quindi un pubblico in target per una determinata nicchia), automaticamente ho delle persone a cui promuovere qualcosa.

Esempio pratico:

Mi occupo di sicurezza informatica e nella mia newsletter, invio sempre delle avvertenze su come evitare di essere scammati, truffati o hackerati online. Poi mi contatta il signor X.

Questo signor X ha appena scritto un libro sulla sicurezza informatica e mi chiede:

caro Lorenzo, puoi promuovere il mio libro di sicurezza informatica alla tua lista mail?

Ed io, da vero capitalista risponderò, “certo signor X, quanto mi paga?”

e da lì prenderà il via la trattativa.

Di fatto, ho guadagnato con la newsletter solamente pubblicizzando il libro dell’ipotetico signor X. Ovviamente il tutto è stato ironizzato per far passare meglio il concetto.

#3 Strategia

Inviare dei codici sconto che si applicheranno al tuo sito è una bellissima strategia utilizzata dagli e-commerce. Infatti, per aumentare le vendite in periodi strategici dell’anno, vengono inviati dei codici sconto agli iscritti della newsletter. Un’esempio lampante sono i negozi di abbigliamento che quando fanno il cambio stagione, creano una marea di sconti sulla collezione passata.

Questo provoca nell’utente un acquisto d’impulso e lo invita ed invoglia a spendere per accaparrarsi l’offerta. Ovviamente, non può essere lo standard di un’azienda. Se infatti non farai altro che spammare codici sconto a destra e sinistra, oltre che perdere di credibilità farai infastidire l’utente.

#4 Strategia

Promuovere una novità del tuo sito è sicuramente un ottimo modo per guadagnare con la newsletter. Infatti, dal momento in cui hai un nuovo prodotto o servizio che stai vendendo, allora è bene informare il tuo pubblico a riguardo.

In ogni caso, questo tipo di e-mail deve essere usata a modo. Ciò significa che non puoi inviare e-mail per ogni novità che pubblichi nel tuo sito. Infatti, non esisti solo tu. Un utente qualsiasi, potrebbe essere iscritto a decine di newsletter diverse e se vede sempre il tuo nome, prima o poi si stufa.

Mentre noi vogliamo far accadere esattamente l’opposto. Cioè che quando il cliente riceve la notifica di una nostra nuova e-mail, deve aprirla con ansia per leggerne il contenuto.

Se invece esageri con l’invio delle e-mail, l’utente non vedrà l’ora di disiscriversi.

Ora che hai scoperto come guadagnare con la newsletter voglio darti alcuni consigli che sono frutto della mia esperienza, sperando che possano aiutarti nel tuo business.

Conviene avere una newsletter?

Conviene avere una newsletter?
Conviene avere una newsletter?

Immagino che già ti sarai fatto un’idea dei pro ed i contro di avere una newsletter. Dalla mia esperienza, ho imparato che come ogni cosa, se ce l’hai, devi curarla al meglio. Questo significa che non puoi mandare delle e-mail sporadicamente. O meglio, puoi, però non ti aspettare grandi risultati.

La mail è un rapporto personale che si instaura tra te ed il tuo cliente. Deve essere personalizzata per cercare di capire i suoi bisogni al fine di aiutarlo a risolvere i suoi problemi. Tutto questo processo, non è per nulla facile e porta via davvero un sacco di tempo.

Quindi, nel mio caso, attualmente ho deciso di non avere una lista mail. Semplicemente perché le cose da fare per un webmaster sono davvero tante e la newsletter non rientra tra le mie priorità.

Se invece tu credi che riuscirai a seguirla al meglio ed a ricavarci qualcosa, allora ti consiglio di averla.

Consigli extra per una newsletter di successo

Voglio lasciarti con dei consigli che non sono per nulla scontati:

  1. Stabilisci una linea editoriale di pubblicazione e seguila. Ciò significa che i tuoi utenti devono aspettarsi un preciso momento in cui riceveranno la tua e-mail. Lunedì alle 10:00? Domenica alle 16:00? Decidi tu. Cerca di entrare nella routine mentale del tuo cliente.
  2. Crea e-mail dall’immenso valore. Ciò vuol dire che i tuoi utenti sono persone, non portafogli da spennare. Esattamente come io sto scrivendo questo articolo cercando di darti il maggior valore possibile, dovresti fare esattamente la stessa cosa con i tuoi iscritti.
  3. Non pubblicare solo offerte. Questo significa che dovrai arricchire la giornata dei tuoi utenti anche con dei consigli e suggerimenti che possono tornargli utili nella vita quotidiana o nell’ambito che li riguarda.

Conclusioni su come guadagnare con la newsletter

In questo articolo abbiamo visto come guadagnare con la newsletter. Ora che sai tutti i pro ed i contro della lista e-mail, non ti resta che prendere una decisione. Se vuoi integrarla nella tua strategia di marketing allora poniti come obiettivo quello di seguirla e non lasciarla a sé stessa. Se decidi di non aprirla non cambierà assolutamente nulla: avrai meno lavoro da fare e di contro, un canale in meno di comunicazione.

Ricordati di dare un’occhiata ai miei servizi oppure scarica una delle mie guide, posso aiutarti con il tuo business online!

Lorenzo Mariani
Lorenzo Marianihttps://lorenzomariani.site
Sono Lorenzo Mariani, laureato in Psicologia. Dal 2018 mi occupo di online marketing e di investimenti. Grazie alla mia esperienza fornisco indicazioni e consigli utili a risolvere i problemi più comuni legati a queste attività. Ho a cuore il tempo che i miei lettori dedicano a leggere i miei articoli, pertanto dedico sempre il massimo sforzo e professionalità.

Hai bisogno di aiuto?

Guarda i miei servizi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui