Monetizzare un blog: tutte le strategie

Se vuoi iniziare a monetizzare un blog ma ancora non sai da dove iniziare allora lascia che ti aiuti. Mi occupo di digital marketing dal 2018 ed ho avuto modo di testare diversi modi di monetizzazione.

Infatti, ogni settore o meglio, nicchia, ha il suo modo di guadagnare. Ad esempio una testata giornalistica farà principalmente affidamento sulla pubblicità. Cosa ben diversa per i siti web specifici, focalizzati su un unico argomento.

Quindi la domanda è: come si fa a monetizzare un blog?

Continua la lettura che stai per scoprirlo.

Ancor prima di monetizzare devi sapere che…

Prima di pensare a come guadagnare con un blog è importante assicurarsi di aver fatto i seguenti step. Altrimenti tutto il lavoro che farai non servirà assolutamente a niente in quanto gli utenti non riusciranno a trovarti.

Scommetto che già sai di cosa sto parlando: la SEO!

Infatti devi sapere che la regola #1 per monetizzare un qualsiasi sito web, sia esso blog o e-commerce, è che devi avere TRAFFICO. Il traffico, banalmente consiste nel numero dei visitatori che visitano il tuo sito.

Ovviamente esistono diversi sistemi d’acquisizione del traffico: organico ed a pagamento.

Se vuoi monetizzare un blog, è buona norma utilizzare il traffico organico e successivamente ti spiegherò il perché.

Per cui come prima cosa dobbiamo fare i seguenti step:

  • Crea una struttura ottimizzata SEO per il tuo sito;
  • verifica la proprietà del tuo dominio;
  • invia la Sitemap a Google Search Console;
  • scrivi contenuti ottimizzati SEO.

Se non sai come fare, allora dai un’occhiata ai miei servizi, posso aiutarti.

Fatto sta che i primi tre procedimenti servono soltanto a far sapere a Google che esisti anche tu. Ne di più ne di meno. Per finire in prima posizione dovrai applicare una serie di tecniche SEO. Per cui troverai maggiori approfondimenti prenotando una consulenza con me oppure spulciando gli articoli del mio blog.

Una volta che hai completato i seguenti passaggi, allora chiarisci bene i tuoi intenti:

  • Il tuo è un moneyblog, blog aziendale oppure personale?
  • cosa ti spinge ad aprire un blog?
  • preferisci l’esperienza utente o il denaro?

Perché ti sto chiedendo questo? Beh molto semplice.

Hai mai visto i siti delle testate giornalistiche più importanti? Come valuti l’esperienza utente? La mia è tragica. Clicco su un link per leggere una notizia e compaiono 5-6 annunci pubblicitari sovrapposti, che mi invitano ad abbandonare il sito.

Infatti questi siti web hanno la capacità di avere molto traffico anche grazie ai social, per cui contano di guadagnare sulla massa. Della serie: “speriamo che qualcuno per sbaglio clicchi sulla pubblicità.”

A me non sembra un modo intelligente di guadagnare, a te?

Per cui, suppongo che tu non sia una testata giornalistica. Magari sei una persona come me, che scrive articoli per aiutare le persone. Per cui credo che il tuo interesse sia focalizzato sulla user-experience piuttosto che sul vile guadagno.

Infatti, se entro nel tuo sito e vengo sommerso da pubblicità, tranquillo che non ci entrerò mai più.

Per cui, finalmente, eccoti spiegato come monetizzare un blog e soprattutto, come guadagnare senza infastidire l’utente!

Tutte le tecniche per monetizzare un blog

Monetizzare un blog
Monetizzare un blog

Per quanto riguarda il come monetizzare un blog, si apre veramente un mondo. Esistono infatti decine di metodi più o meno performanti per guadagnare.

Quindi iniziamo con quelli più classici per poi vedere quelli meno usuali.

1. Guadagnare con la pubblicità

La pubblicità già dagli albori di internet è la modalità più utilizzata per monetizzare un blog. Infatti è molto semplice in quanto basta far richiesta a Google Adsense ed una volta che il nostro sito sarà accettato potremo mostrare gli annunci di Google.

PRO: la pubblicità può essere mostrata in automatico

CONTRO: è difficile farsi accettare, bisogna avere molto traffico per guadagnare, può infastidire l’utente.

2. Guadagnare con le affiliazioni

Le affiliazioni sono uno dei metodi più popolari per guadagnare con un sito web. Infatti basta far domanda ad un programma d’affiliazione, come ad esempio Amazon ed iniziare a promuovere i loro prodotti.

Se vuoi saperne di più, leggi il mio articolo sull’affiliate marketing oppure scarica la mia guida!

PRO: barriera d’ingresso molto bassa, l’utente non si accorge di essere monetizzato, buona user experience.

CONTRO: commissioni basse, è richiesto molto traffico.

3. Guadagna vendendo e-book

Se hai un personal brand oppure un’agenzia e sei esperto in qualcosa, potresti tranquillamente scrivere il tuo ebook e metterlo in vendita sul tuo sito.

Infatti il blog, è un’ottima vetrina per promuovere i propri prodotti e servizi. Ad esempio nella sidebar potresti creare un’anteprima della copertina dell’ebook e farlo comprare ai tuoi utenti.

Gli ebook solitamente vengono messi in vendita su Amazon KDP.

PRO: non devi fare magazzino, non ti occupi delle spedizioni, ampi margini e vendite ricorrenti.

CONTRO: tempo per scriverlo, scrivere contenuti utili e pubblicizzarlo.

4. Guadagna vendendo corsi

I corsi online sono un vero e proprio business. Infatti i guru di Dubai sono i veri esperti in questo e dimostrano il fatto che sia possibile vivere solamente vendendo corsi.

Tecnicamente, nel momento in cui un utente visita il tuo sito e gli viene proposto un corso, potenzialmente potrebbe anche decidere di comprarlo.

Per cui se trasmetterai fiducia e professionalità, sarà sicuramente una source of income molto importante.

PRO: Ampi margini, disponibilità infinita del prodotto.

CONTRO: molta competizione, investimento in pubblicità/SEO.

5. Guadagna con le membership

Guadagna con le membership
Guadagna con le membership

Ci sono alcuni plugin per WordPress, come ad esempio Ultimate Membership Pro che ti permette di creare un’area premium e riservata solo ad alcuni utenti del tuo sito.

Indovina un pò, per accedere all’area privata i tuoi utenti, diventati clienti, dovranno per forza pagare. Ovviamente in cambio di qualcosa di valore, perché dovrebbero pagare un abbonamento senza ricevere nulla in cambio?

Questo è sicuramente un altro metodo intelligente di monetizzare un blog.

PRO: Entrate ricorrenti, possibilità di fare follow-up.

CONTRO: Molto tempo da dedicare ai clienti, manutenzione dell’area riservata.

6. Guadagna con le consulenze

Ormai molti professionisti acquisiscono lead che poi trasformeranno in clienti a cui vendere le proprie consulenze.

Infatti un utente potrebbe cercare informazioni su Google in relazione ad un problema. Nel momento in cui trova a te, che spighi che tale problema ha bisogno di un professionista per essere risolto, allora è molto probabile che ti contatti al fine di risolverlo.

PRO: Clienti semi-automatici, entrate ricorrenti.

CONTRO: Investimento per il traffico, costruzione del personal brand, ottimizzazione del sito.

7. Guadagna con le promozioni

Le promozioni, oppure articoli sponsorizzati sono appunto dei contenuti che rimandano a siti web nel caso dei guest post, oppure ad e-commerce nel caso dei prodotti.

Per cui semplicemente un’azienda o un privato ti contatta chiedendoti se sei disposto a sponsorizzare un loro prodotto/servizio in cambio di un compenso monetario.

A quel punto dovrai creare un articolo, un banner o una pagina dove promuoverai il prodotto che ti è stato chiesto di sponsorizzare.

PRO: non hai costi, guadagni a prescindere.

CONTRO: rubi “spazio visivo” al tuo sito web.

8. Guadagna vendendo prodotti o servizi

Per monetizzare un blog, oltre ai metodi sopra indicati, basterebbe integrare una sezione “shop” all’interno del tuo sito. Qui potrai infatti vendere i tuoi prodotti o servizi ricevendo traffico gratuito dai tuoi articoli.

Ad esempio potresti spiegare quale sia la migliore sedia da cucina disponibile dal mercato e creare un link che rimanda al prodotto che vendi sul tuo shop.

PRO: acquisisci clienti.

CONTRO: devi avere traffico.

9. Guadagna con le donazioni

Pensiamo ad esempio a Wikipedia. Fondamentalmente, non ha un vero e proprio metodo di informazione. Infatti la loro politica non prevede il lucro. Piuttosto è un’organizzazione libera che raccoglie ed illustra informazioni su praticamente qualsiasi argomento esistente.

Una fonte di sostentamento, sono le donazioni. Infatti gli utenti, per ringraziare di aver ricevuto informazioni gratuitamente ed apprezzando il lavoro di chi scrive i contenuti, può decidere di effettuare una donazione.

Questo solitamente vale per i siti con dominio .org

PRO: soldi puliti.

CONTRO: possibile perdita della reputazione se sei un privato o azienda.

10. Guadagna con i podcast

I podcasts sono letteralmente esplosi negli ultimi anni. Infatti vengono ascoltati da chi viaggia oppure lavora per apprendere informazioni. A differenza dei video, non richiede un’attenzione visiva, per cui la cosa è molto ben voluta dagli utenti.

PRO: fidelizzazione dei clienti, guadagni ricorrenti.

CONTRO: costanza nel pubblicare contenuti.

Monetizzare un blog: denominatore comune

Come avrai ben visto, per monetizzare un blog c’è un fattore imprescindibile senza il quale non si guadagnerà neanche un centesimo.

Stiamo parlando del traffico, quindi SEO.

Se non riceverai traffico sul tuo sito in maniera costante ed esponenziale:

  1. Nessuno saprà che esisti;
  2. i guadagni saranno irrisori;
  3. il business sarà destinato a fallire.

Per questo motivo ti invito a prenotare una consulenza con me, ci occuperemo della tua ottimizzazione SEO.

Metodo organico VS pagamento

L’organico ti garantisce traffico gratuito a differenza di quello a pagamento. Se ad esempio il tuo obiettivo è di guadagnare con la pubblicità e per farlo, sponsorizzi i tuoi articoli, beh, è pura follia. Idem per quanto riguarda i prodotti Amazon.

Esempio:

da ogni click sul banner Google guadagni 50 centesimi.

Con una campagna Google ADS, spendi 20 centesimi a clic per mostrare il tuo articolo.

In media, una pubblicità viene cliccata da un visitatore su 100. Capisci che questo metodo è assolutamente inappropriato per la pubblicità.

Cosa ben diversa invece se vendi prodotti tuoi, servizi o consulenze. Lo stesso discorso vale anche per i corsi. Infatti essendo dei prodotti tuoi, puoi impostare un prezzo corretto per coprire le spese pubblicitarie.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto come monetizzare un blog.

Ricordati di dare un’occhiata ai miei servizi oppure scarica una delle mie guide, posso aiutarti con il tuo business online!

Lorenzo Mariani
Lorenzo Marianihttp://lorenzomariani.site
Sono Lorenzo Mariani, laureato in Psicologia. Dal 2018 mi occupo di online marketing e di investimenti. Grazie alla mia esperienza fornisco indicazioni e consigli utili a risolvere i problemi più comuni legati a queste attività. Ho a cuore il tempo che i miei lettori dedicano a leggere i miei articoli, pertanto dedico sempre il massimo sforzo e professionalità.

Hai bisogno di aiuto?

Guarda i miei servizi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui