Non riesco a studiare: [ come farsi tornare la voglia ]

Se nella tua mente una vocina continua a ripeterti ” non riesco a studiare ” bisogna capire il perché come prima cosa e come seconda, in che modo risolvere. Quindi in questo articolo parleremo di cosa fare quando dici non riesco a studiare. Iniziamo subito!

Essere bravi nello studio oppure conoscere le migliori tecniche per studiare velocemente non servono a niente, nel momento in cui manca la motivazione. D’altra parte il tutto sta appunto nella voglia di fare le cose. Persone meno dotate di noi dal punto di vista intellettivo, se si applicano di più quasi automaticamente raggiungeranno un risultato migliore del nostro. Va da sé capire che appunto alla base di tutto c’è la motivazione: cioè la forza mentale che dedichi allo svolgimento di un determinato compito.

Ma perché non riesco a studiare?

Ora che abbiamo capito che il tuo reale problema non è di studio ma di motivazione, ti darò alcune semplici tecniche che puoi iniziare sin da subito al fine di riuscire nella tua impresa: magari hai degli esami arretrati oppure sei in tempo e ti stai preparando per la prossima sessione. Questo poco importa, ciò che conta è che ritroverai la voglia di studiare al più presto.

Individuiamo le cause

Individuiamo le cause

Ogni problema ha alla base delle cause che possono essere palesi o meno. In questo caso ne ho individuate alcune che ci impediscono di studiare correttamente. Ora te le elencherò una ad una.

1. Hai dubbi sul tuo indirizzo di studi

Quando si inizia un percorso di studi, che sia scolastico oppure universitario, solitamente si parte con determinate aspettative e propositi. Quando però si fanno i conti con la realtà le cose possono cambiare, leggermente. Questo significa che la materia, oppure l’argomento che tanto pensavi di amare potrebbe tramutarsi nel tuo peggior nemico. Oppure con il passare del tempo sono cambiati i tuoi interessi quindi magari da psicologia vuoi passare ad economia. Ecco, devi sapere che ovviamente nel momento in cui sopraggiungono dei dubbi sul nostro percorso di studi, è normale che la voglia di studiare vada a diminuire. Dopotutto quello che facciamo è semplicemente chiederci: “ma se non mi piace questo argomento o materia, vale la pena studiare?”

La maggior parte delle volte dove manca la motivazione è riscontrabile in questo problema. Non sempre le persone riescono a trovare ciò che le interessa al primo colpo, ed è normale avere dei ripensamenti sul proprio indirizzo di studi. Quindi quando sopraggiungono i dubbi inizia a chiederti: “perché lo faccio?” Una volta che avrai scoperto la motivazione che sta alla base di questa risposta, avrai vinto mezza partita. L’altra parte consiste nel sostituire il non riesco a studiare con non vedo l’ora di studiare.

2. Hai problemi personali

Magari ultimamente potrebbe essere un tuo periodo no perché hai perso il lavoro, degli amici, oppure ti sei lasciato con la ragazza. Ovviamente nel momento in cui subiamo una situazione negativa, questa si riflette su tutti gli ambiti della nostra vita. A soffrirne di più sono quelle tematiche che richiedono sforzo cognitivo, perché cognitivamente parlando, siamo concentrati sul fatto negativo che ci è accaduto, quindi studiare, ad esempio, risulta impossibile. D’altra parte bisogna anche circoscrivere il problema, cioè evitare che un fatto negativo, per quanto brutto possa essere, vada a rovinare la nostra vita.

Bisogna sempre cercare di mettere dei paletti al dolore, altrimenti ne saremo sovrastati.

3. Sei rimasto indietro con gli esami

Da universitario non mi è mai capitato di restare indietro con gli esami, però posso assicurarti che ho parlato con gente che purtroppo era rimasta indietro e non è stata una bellissima situazione. Avere una pila di libri può da studiare può essere demotivante, in quanto si ha l’impressione di non fare progressi nello studio, come star bloccati davanti al nulla. Quindi il mio consiglio è di non focalizzarti sulla quantità di materiale da studiare, piuttosto cerca di prendere un esame alla volta e studiarlo nel migliore dei modi.

Se non ti lascerai spaventare dalla quantità, vincerai tu.

4. Non studi in maniera efficace

Studiare si sa, non è l’attività preferita delle persone. Meglio mangiarsi una pizza con gli amici. Ad ogni modo, come il lavoro, bisogna farlo. Nel momento in cui lo fai senza criterio, così, ad cazzum, è logico che ti perderai tra le miriadi di concetti espressi dal libro. Quello di cui hai bisogno è un metodo di studio efficace, che ti faccia organizzare le attività e che non ti faccia perdere tempo. Ad esempio il mio metodo di studio consiste nel riassumere il libro e dividere il riassunto in X capitoli. Ogni giorno studio un capitolo. Conto quanti giorni mancano all’esame così so esattamente che giorno devo iniziare a studiare. Ovviamente ognuno ha il suo metodo e c’è chi si trova meglio in un modo, chi in un altro. Però se proprio non sai dove sbattere la testa, prova a copiare il mio metodo studio, poi magari mi farai sapere nei commenti se ti è stato utile e se ti ci sei trovato bene!

5. Cazzeggi troppo

Ipotizziamo che le situazioni sopra non si verifichino nel tuo caso, allora resta solo una domanda possibile: sei un cazzeggiatore seriale? Dico sul serio, in molti si perdono tra Instagram, Whataspp e quant’altro pur di non studiare. In questo caso per tornare ad avere voglia di studiare ti basta regolare la tua attenzione e a non disperderla tra le mille distrazioni presenti al di fuori dei libri.

6. Lavori e non dovresti

A volte ci sono degli studenti che lavorano o per necessità, o semplicemente perché non hanno voglia di chiedere i soldi ai genitori. E questo qui è più che comprensibile, anzi è super comprensibile, però attenzione a non esagerare! Se lavori troppo, rischierai di perdere di vista l’obiettivo principale che è quello dello studio. D’altra parte se volevi lavorare così tanto ci saresti andato direttamente, no? Quindi occhio al lavoro e a non cascarci troppo dentro.

7. Sei privato del sonno

A volte capita di fare tardi la sera, magari perché si è ad una festa, oppure semplicemente non ci si rende conto dell’orario. Quindi è normale che se la sera facciamo le 5 di mattine, non sarà fattibile mettersi sopra ai libri il giorno dopo. Questa potrebbe essere una causa della mancanza di voglia nello studio.

3 Strategie per tornare a studiare con grinta

3 Strategie per tornare a studiare con grinta

In questo paragrafo voglio darti 3 strategie che puoi utilizzare sin da subito al fine di aumentare la tua produttività in ambito di studio e farti smettere di dire: ” non riesco a studiare “.

1. Ri-crea il tuo ambiente di studio

Il nostro ambiente, l’ambiente che ci circonda, incide molto sulla nostra produttività. Va da sé che per poter studiare al meglio è necessario avere un ambiente pulito ed ordinato. Ad esempio, personalmente sono un amante del minimal, ciò significa che mi piacciono gli ambienti dove ci sono poche cose e tutto è in ordine. Se la tua stanza è in ordine, il tuo cervello sarà altrettanto. Come puoi pensare di studiare in un ambiente disordinato e pieno di distrazioni? Potrebbe essere la tua camera, oppure se hai una soffitta potresti studiare lì, non conta il luogo, conta come è disposto. Quindi lavora al meglio sulla sua disposizione ed improvvisati un designer 🙂

2. Stabilisci gli orari di studio

Se stabilirai esattamente quanto e quando studiare, non ce n’è per nessuno. Questo significa che dovrai essere super metodico con lo studio. Decidi del tempo preciso da dedicare allo studio in funzione del carico di lavoro e cerca di rispettarlo al meglio. Quello che dovrai fare è iniziare a studiare dalla ora X fino all’ora Y. Non dovrai in alcun modo farti distrarre dal telefono, pc, televisione o persone. Se hai degli animali domestici, cerca di tenerli in stanze separate da quella dove studi. Sii metodico e preciso.

3. Circondati di persone che hanno voglia di fare

Non passare il tuo tempo libero con persone demotivate ed improduttive. Assicurati invece di circondarti di persone che sanno quello che vogliono e come ottenerlo. Così facendo sarai super motivato anche tu a raggiungere i tuoi obiettivi. L’essere umano infatti, per natura, chi più chi meno, tende ad essere influenzato dall’ambiente circostante. E in questo caso per ambiente, intendiamo anche le persone. Quindi abbi cura di scegliere le persone che più si adattano al tuo obiettivo.

Considerazioni personali sullo studio

Anche a me sono capitati dei periodi dove dicevo tra me e me: “ non riesco a studiare ” ma fortunatamente sono durati poco. Questo perché riesco sin da subito a ritrovare la motivazione e so che se voglio arrivare dove in pochi sono arrivati, allora devo dare il 101%. Quello che devi domandarti è perché lo fai. Se hai un forte perché ed una forte motivazione, niente e nessuno possono distrarti dal tuo obiettivo. Cerca quindi di capire dove vuoi arrivare, successivamente costruisci e stabilisci un piano d’azione per arrivarci.

Conclusioni su non riesco a studiare

In questo articolo abbiamo visto esattamente perché non riesco a studiare ed in che modo uscire fuori da questa situazione. Quindi lascia pure un commento e dì la tua se questo articolo ti è piaciuto e condividilo sui social!

Ricordati di dare un’occhiata ai miei servizi oppure scarica una delle mie guide, posso aiutarti con il tuo business online!

Lorenzo Mariani
Lorenzo Marianihttps://lorenzomariani.site
Sono Lorenzo Mariani, laureato in Psicologia. Dal 2018 mi occupo di online marketing e di investimenti. Grazie alla mia esperienza fornisco indicazioni e consigli utili a risolvere i problemi più comuni legati a queste attività. Ho a cuore il tempo che i miei lettori dedicano a leggere i miei articoli, pertanto dedico sempre il massimo sforzo e professionalità.

Hai bisogno di aiuto?

Guarda i miei servizi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui